Commissione Tributaria Regionale del Lazio: aggiornamento degli orari e delle modalità di erogazione dei servizi

Con il Prot. RU 6076/2017 dello scorso 18 Settembre 2017, l’Ufficio di Segreteria della Commissione Tributaria Regionale del Lazio, segnala le nuove modalità di accesso e di erogazione dei servizi da parte degli sportelli della Commissione tributaria regionale del Lazio.

Il documento (disponibile e scaricabile in formato pdf), indirizzato all’Agenzia delle Entrate, alla Direzione Regionale del Lazio e all’Ufficio Riscossione dell’Agenzia delle Entrate, all’Ufficio Affari Legali dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Stato, alla Direzione Regionale dell’Agenzia del Demanio, al Dipartimento Risorse Economiche del Comune di Roma Capitale, alla Direzione Generale della Città Metropolitana di Roma Capitale, alla Direzione regionale per la programmazione economica, bilancio demanio e patrimonio della Regione Lazio, ai Comuni di Frosinone, Latina, Rieti, Viterbo, Cassino, Civitavecchia, Tivoli e Velletri; al Consiglio territoriale degli spedizionieri doganali di Roma; agli Ordini dei Dottori Commercialisti ed esperti contabili di Roma, Frosinone, Rieti, Latina Viterbo, Cassino, Civitavecchia, Tivoli e Velletri; agli Ordini dei Consulenti del Lavoro delle province di Roma, Frosinone, Latina, Viterbo e Rieti; agli Ordini degli Ingegneri delle province di Roma, Frosinone, Latina, Viterbo e Rieti; agli Ordini degli Architetti delle province di Roma, Frosinone, Latina, Viterbo e Rieti; ai Collegi dei Geometri delle province di Roma, Frosinone, Latina, Viterbo e Rieti; ai collegi professionali dei periti industriali delle province di Roma, Frosinone, Latina, Viterbo e Rieti e agli Ordini dei Dottori Agronomi e Forestali delle province di Roma, Frosinone, Latina, Viterbo e Rieti è rivolto in particolare agli operatori dei rispettivi uffici del contenzioso.

Accesso del pubblico ed erogazione dei servizi da parte degli sportelli della Commissione Tributaria Regionale del Lazio

Sulla base di quanto disposto dagli atti di gestione 1/2016 e 1/2017 l’accesso del pubblico agli sportelli e l’erogazione dei servizi della Commissione Tributaria Regionale del Lazio, avvengono con le seguenti modalità:

l’orario di apertura e chiusura degli sportelli al pubblico continua ad essere fissato nelle giornate di lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00, con distribuzione dei tickets da parte del totem del sistema elimina code entro il limite orario delle ore 12:30. Nelle giornate di martedì e giovedì gli sportelli sono aperti dalle ore 9:00 alle ore 13:00, con distribuzione dei tickets da parte del totem del sistema elimina code entro il limite orario delle ore 12:30; nella fascia pomeridiana delle predette giornate di martedì e giovedì dalle ore 15:00 alle ore 16:00 esclusivamente per l’espletamento dei servizi preventivamente prenotati online tramite il Centro Unico di Prenotazione (CUP), fino ad un massimo di dieci formalità da espletare comunque entro il limite orario delle ore 16:30.

nel periodo dal 5 al 31 agosto, dal 24 al 31 dicembre e dal 1 al 5 gennaio (compresi) di ciascun anno, gli sportelli al pubblico osservano il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00. In tali periodi non è prevista l’apertura degli sportelli nella fascia pomeridiana, neppure per l’espletamento di formalità prenotabili tramite CUP;

l’attività antimeridiana degli sportelli si protrae fino alla prestazione del servizio richiesto dall’ultimo utente che ha ritirato il ticket erogato dal totem entro le ore 12:30, con chiusura comunque delle operazioni entro e non oltre le ore 13:00; quella pomeridiana deve comunque concludersi entro le ore 16:30. A partire dalle ore 12:30, in caso di mancanza di utenti da servire e/o di mancata risposta alla chiamata da parte dei possessori dei tickets erogati o di utenti prenotati entro la stessa ora (apertura antimeridiana) o ore 16:00 (apertura pomeridiana), gli sportelli chiuderanno anticipatamente anche nel caso in cui non sia stato raggiunto l’orario limite di apertura fissato per ore 13:00 (attività antimeridiana) o 16:00 (attività pomeridiana).

Nell’accesso agli sportelli al pubblico hanno la precedenza i portatori di handicap grave non deambulanti o non vedenti, le donne in evidente e avanzato stato di gravidanza e gli ultrasettantacinquenni;

presso ciascuno sportello della Commissione Tributaria Regionale del Lazio (sportelli n. 16, 17, 18, 19, 20, 21 e 22) possono essere effettuate tutte le formalità (deposito atti, richieste di visura fascicoli e di copie di documenti, rilascio e ritiro copie, informazioni, ecc.);

i servizi erogati dagli sportelli sono contrassegnati con la lettera “D” per l’espletamento di un numero massimo di cinque formalità di qualunque tipo e “S” per l’espletamento di una sola formalità di qualunque tipo;

ciascun utente per ogni singolo ticket recante la lettera “D”, erogato dal totem del sistema elimina code può chiedere l’espletamento di al massimo cinque formalità di qualunque tipo, anche diverse tra loro e comunque fino ad un limite temporale di permanenza allo sportello non superiore a trenta minuti. In caso di richiesta relativa a un numero di formalità superiore a cinque o di superamento del limite temporale di trenta minuti di permanenza allo sportello, l’utente dovrà munirsi di un altro tagliando erogato dal sistema per l’espletamento di quelle formalità ulteriori rispetto alle prime cinque espletate e/o di quelle che non è stato possibile effettuare entro i primi 30 minuti. Tra il numero identificativo del primo ticket e quello del secondo ticket deve intercorrere un intervallo non inferiore a dieci numeri e comunque un intervallo temporale non inferiore a trenta minuti, a partire dal momento in cui sono state concluse le formalità espletate avvalendosi del primo ticket;

ciascun utente in possesso del ticket recante la lettera “S” (Sportello Semplice) può espletare una sola formalità di qualunque tipo, fino ad un limite temporale di permanenza allo sportello non superiore a dieci minuti. Gli utenti che necessitano di espletare un’unica formalità non possono rivolgersi agli sportelli contrassegnati con la lettera “D”. In caso di richiesta relativa ad numero di formalità superiore ad una o di superamento del limite temporale di dieci minuti di permanenza allo sportello, l’utente dovrà munirsi di un altro tagliando erogato dal sistema per l’espletamento di quelle formalità ulteriori rispetto a quella che non è stato possibile effettuare entro i dieci minuti consentiti. Tra il numero identificativo del primo ticket e quello del secondo ticket deve intercorrere un intervallo non inferiore a dieci numeri e comunque un intervallo temporale non inferiore ai 30 minuti, a partire dal momento in cui sono state concluse le formalità espletate avvalendosi del primo ticket;

in caso di esaurimento degli utenti in possesso del ticket recante la lettera “S” il personale incaricato fino a quel momento del presenziamento dello “Sportello Semplice” provvederà alla chiamata degli utenti in possesso del ticket recante la lettera “D” e viceversa;

tutti i rapporti diretti e personali con l’utenza devono svolgersi obbligatoriamente presso gli sportelli al pubblico, nel rispetto dei principi di trasparenza e pubblicità. Non è consentito l’accesso da parte dell’utenza agli Uffici (Segreterie di sezioni, Ufficio per le attività al pubblico e per il contributo unificato, ecc.) ed alle aree e spazi diverse da quelle destinate all’accoglienza, attesa e ricevimento del pubblico, salvo autorizzazione specifica una tantum da rilasciarsi di volta in volta da parte del Direttore dell’Ufficio di Segreteria o del responsabile dell’Ufficio interessato. Il servizio allo sportello è erogato dal personale addetto al presenziamento di ciascuna postazione nel rispetto dei principi di cui sopra, nonché secondo i principi di casualità e progressività, esclusivamente in base alla numerazione crescente del tagliando erogato dal totem. In nessun caso l’utente può tenere un comportamento diretto alla scelta dell’addetto allo sportello cui richiedere l’espletamento del servizio di cui necessita. L’utente che volontariamente, per scelta e simili per tale motivo non risponde alla chiamata dell’addetto allo sportello perde il diritto all’espletamento dei servizio di cui necessita secondo l’ordine progressivo che gli spetta in base al numero del tagliando in possesso e deve ritirare un nuovo ticket dal totem del sistema elimina code;

l’utente che ha mancato di presentarsi allo sportello a seguito della chiamata del numero di tagliando in suo possesso per motivi diversi da quelli di cui al punto 6, secondo periodo, mantiene comunque il diritto all’espletamento delle formalità di cui ha necessità, avvalendosi del medesimo ticket, purché si presenti allo sportello entro e non oltre la chiamata del quinto numero successivo a quello del tagliando in suo possesso e, comunque, entro e non oltre il limite temporale massimo di trenta minuti dalla chiamata non risposta; in tal caso, l’espletamento delle formalità sarà curata dal primo addetto allo sportello che si renderà libero. Qualora l’utente si presenti allo sportello oltre il quinto numero successivo a quello in suo possesso o oltre i trenta minuti successivi alla chiamata non risposta, dovrà ritirare un nuovo tagliando, rispettando il nuovo ordine di prenotazione. Le disposizioni di cui al presente punto, valgono anche nel caso in cui la mancata risposta dell’utente sia dipesa dalla sua partecipazione ad un’udienza della Commissione Tributaria regionale del Lazio o della Commissione Tributaria Provinciale di Roma in corso nella stessa giornata o dall’espletamento di formalità presso gli sportelli di quest’ultima Commissione;

i servizi offerti dagli sportelli della Commissione regionale del Lazio possono essere prenotati tramite il Centro Unico di Prenotazione (CUP) all’indirizzo internet del Dipartimento delle finanze ( http://www1.giustiziatributaria.gov.it/cup_gt_new/prenotazionionline.htm?mem_service_id=2&mem_service_code=0&mem_service_func=0&wizard_step=3 ), indipendentemente dal numero minimo delle formalità da espletare presso gli stessi, salvo quanto previstodal successivo punto 13 in termini di obbligatorietà del ricorso alla prenotazione. La presentazione allo sportello può avvenire non prima di dieci minuti precedenti l’orario fissato con la prenotazione e non dopo che siano decorsi trenta minuti dall’orario medesimo. Trascorso tale lasso di tempo l’utente perde il diritto che gli deriva dalla prenotazione effettuata e deve munirsi di tagliando erogato dal sistema elimina code. L’utente deve presentarsi al primo sportello libero all’ora fissata con la prenotazione; in mancanza perde il diritto che gli deriva dalla prenotazione effettuata tramite CUP e deve ritirare un ticket dal totem del sistema eliminacode. Gli utenti che hanno effettuato la prenotazione tramite il CUP per l’espletamento di un’unica formalità possono rivolgersi allo sportello/agli sportelli contrassegnato/i con la lettera “S” o allo sportello predisposto per il ricevimento delle prenotazioni;

al fine di consentire all’Ufficio di adottare in tempo utile le occorrenti misure organizzative in grado di assicurare che le operazioni di sportello possano svolgersi con la massima celerità e senza rallentamenti, gli utenti che necessitano di espletare un numero di formalità superiore a dieci e fino a un massimo di quindici, devono necessariamente effettuare la prenotazione del servizio mediante il Centro unico di prenotazione (CUP) all’indirizzo internet di cui al punto precedente e le relative operazioni si svolgono presso lo sportello interno della Commissione regionale, situato all’interno della stanza T023 al piano terra di questo complesso immobiliare, previa presentazione agli sportelli al pubblico situati al piano ammezzato, con accompagnamento da parte del personale incaricato. Per ogni prenotazione durante la medesima giornata è possibile effettuare o chiedere di effettuare fino ad un limite massimo di quindici formalità, indipendentemente dalla tipologia. In caso di necessità di effettuare un numero di formalità superiore a quindici, l’utente dovrà effettuare una nuova prenotazione, che nella stessa giornata dovrà avere un intervallo temporale non inferiore ai sessanta minuti rispetto all’orario della precedente, fino ad un massimo di tre appuntamenti nella stessa giornata e per un numero di formalità espletabili che comunque non può complessivamente essere superiore a trentacinque giornaliere.

Agli utenti che necessitano di espletare un numero di formalità superiore a cinque e fino a dieci possono:

  1. ritirare due tickets dal totem del sistema elimina code (tra il numero identificativo del primo ticket e quello del secondo ticket deve intercorrere un intervallo non inferiore a dieci numeri e comunque un intervallo temporale non inferiore ai trenta minuti, a partire dal momento in cui sono state concluse le formalità espletate avvalendosi del primo ticket) o, in alternativa,
  2. prenotarsi tramite il Centro Unico di prenotazione (CUP), secondo le modalità previste dai punti n. 12 (per espletare fino a dieci formalità) e 13 (per espletare oltre dieci formalità e fino a quindici per ogni singola prenotazione fino ad un limite di tre prenotazioni giornaliere per l’espletamento al massimo di trentacinque formalità al giorno);

i soggetti che si avvalgono del sistema di prenotazione tramite CUP, possono prenotare entro e non oltre il settimo giorno lavorativo precedente la data prenotata ed avvalendosi dello stesso applicativo, le richieste volte ad ottenere copie di atti e documenti o la visura di fascicoli, inserendo al momento della prenotazione nel campo “Note” l’oggetto della richiesta medesima (ad esempio: visura fascicolo RGA n. … ; copia studio sentenza n. …/anno; ecc.);

la richiesta di copia di atti e documenti inseriti nel fascicolo processuale e quella volta ad ottenere copia conforme o munita di formula esecutiva di una sentenza, nonché la visura del fascicolo possono essere presentate dalla parte processuale personalmente o dal difensore incaricato e dai loro delegati muniti di delega speciale da presentare allo sportello;

la copia della sentenza in forma esecutiva può essere chiesta solo dalla parte a favore della quale è stato pronunciato il provvedimento o dai suoi successori, nonché dal difensore incaricato o dai loro delegati muniti di delega speciale da presentare allo sportello. Alla stessa parte non può essere rilasciata più di una copia in forma esecutivo dello stesso provvedimento;

le richieste di rilascio di copie di atti o per la visura dei fascicoli che non è possibile soddisfare nel corso della stessa giornata, sono adempiute entro il settimo giorno lavorativo successivo a quello della presentazione dell’istanza.

Commissione Tributaria Regionale del Lazio: aggiornamento degli orari e delle modalità di erogazione dei servizi ultima modifica: 2017-09-19T12:05:26+00:00 da Consiglio Provinciale