Jobs Act e riforma dei contratti: un bilancio

Il Presidente dell’Ordine Provinciale, Giuseppe D’Angelo ha tracciato un esaustivo bilancio critico del Jobs Act e della riforma del lavoro, recentemente portata a termine dall’attuale Esecutivo, in un’intervista rilasciata alla testata online di informazione economico-finanziaria Forexinfo.it.

Tra i punti di forza del Jobs Act viene messa in luce una netta semplificazione  della normativa vigente che, però, deve ancora tradursi in una semplificazione delle procedure amministrative previste per i differenti adempimenti.

Vengono anche chiariti il funzionamento e le potenzialità di due strumenti – la certificazione dei contratti di lavoro e la commissione di conciliazione – ancora poco conosciuti e poco utilizzati dalle imprese e dagli stessi consulenti del lavoro.

Sono, infine, individuati i settori in cui un’ulteriore azione di Governo sembra configurarsi come sempre più urgente e necessaria: non solo il grande cantiere della pubblica amministrazione e gli organismi previdenziali ma anche la riduzione del costo del lavoro, un obiettivo programmatico già presente nella stessa Legge Delega sulla  riforma del lavoro che è rimasto inattuato.

Jobs Act e riforma dei contratti: un bilancio ultima modifica: 2015-11-13T21:35:48+00:00 da Simone Casavecchia