PEC per i Consulenti del Lavoro

Il Consiglio Nazionale, in attuazione del progetto presentato nel corso dell’Assemblea dei Consigli Provinciali del 23 e 24 maggio 2008, ha raggiunto un accordo con Teleconsul Editore S.p.A. per la distribuzione agli iscritti, previa sottoscrizione di una convenzione tra Teleconsul Editore S.p.A. ed ogni singolo Consiglio Provinciale, di un Documento Unico di Iscrizione (DUI) in formato tessera (card) che:

  1. contenga la firma digitale e il certificato di ruolo;
  2. costituisca un documento di identità;
  3. sia associato ad una casella di posta elettronica certificata;

In questo modo il titolare del “DUI”, all’atto della firma digitale, potrà essere immediatamente riconosciuto come iscritto all’Ordine dei Consulenti del Lavoro.

Per dotarsi di questo importante strumento, che tra qualche mese sarà indispensabile per la gestione delle pratiche telematiche con INPS e INAIL, gli iscritti, dopo aver preso visione delle Linee Guida sul Servizio PEC (allegato 2), dovranno compilare e consegnare al proprio Consiglio Provinciale, la seguente documentazione:

  1. Richiesta di attivazione Business del Servizio PEC (allegato 1);
  2. Richiesta di registrazione e certificazione (allegato 3), compilata e sottoscritta in duplice copia;
  3. Dichiarazione sostitutiva della certificazione di residenza (allegato 3-bis);
  4. Fotocopia di un documento di identità in corso di validità;
  5. Una foto formato tessera.

Il Consiglio Provinciale dovrà raccogliere la documentazione presentata dall’iscritto e inviarla a Teleconsul Editore S.p.A., per il tramite della Fondazione Studi, corredandola dell’attestazione di regolare iscrizione all’Albo Provinciale del soggetto richiedente.

Il rilascio del “DUI” e dei relativi codici e password è subordinato alla ricezione da parte di Teleconsul Editore della documentazione completa.

La firma digitale ha durata triennale e alla scadenza dovrà essere rinnovata con le modalità che verranno comunicate al titolare al quale verrà inviato un messaggio di preavviso sulla propria casella di PEC. La medesima comunicazione sarà inoltrata all’Ordine di appartenenza con la richiesta di conferma del certificato di iscrizione.

La tessera, inoltre, sarà predisposta con tutti i dati necessari per costituire anche documento di riconoscimento personale.

Potrà, inoltre, essere utilizzata per la rilevazione delle presenze nell’ambito dei convegni organizzati dai Consigli Provinciali e validi per la formazione continua obbligatoria.
La convenzione con Teleconsul Editore S.p.A. prevede, infatti, la realizzazione, con oneri posti a carico del Consiglio Nazionale, di una piattaforma per la gestione delle presenze agli eventi formativi su tutto il territorio nazionale e la consegna, a tutti i Consigli Provinciali, di un software da utilizzarsi in ambito locale, collegato con il portale di categoria e con il sito del Consiglio Provinciale.
Quando tale sistema sarà pienamente funzionante, i Consigli Provinciali potranno verificare, in un’area a loro dedicata del sito di categoria, l’attività formativa svolta dal singolo iscritto non solo nell’ambito della provincia ma anche presso tutti gli altri CPO.

L’obiettivo, certamente ambizioso, è quello di eliminare, laddove possibile, gli oneri amministrativi di predisposizione degli attestati di partecipazione ai singoli eventi, totalmente ricadenti sulle segreterie dei Consigli Provinciali. Oltre a ciò, vi sarà la possibilità di effettuare rilevazioni statistiche utili anche a dare indicazioni sui fabbisogni formativi degli iscritti consentendo una migliore definizione dell’attività della Fondazione Studi oltre che dei singoli CPO.

In aggiunta al Documento Unico di Iscrizione (DUI), ogni iscritto avrà a disposizione una casella di posta elettronica certificata istituzionale caratterizzata dal seguente dominio:

@consulentidellavoropec.it

Il rilascio della casella di posta elettronica certificata avverrà solo dopo il ricevimento da parte di Teleconsul Editore S.p.A. del “contratto per il servizio di Posta Elettronica Certificata” (allegato 1) debitamente compilato e firmato dall’intestatario della casella, unitamente ad una copia di un documento di identità in corso di validità.
All’attivazione della posta elettronica certificata il consulente del lavoro riceverà una e-mail di benvenuto nella quale gli verranno forniti tutti i dettagli del servizio erogato e tutti i parametri di accesso al sistema.

La PEC potrà essere utilizzata sia attraverso i più diffusi client di posta (Thunderbird, Eudora, Outlook Express, Outlook, etc.), che attraverso un sistema di webmail. Ulteriori dettagli operativi vengono forniti nel “servizio pec linee guida” .

Le caratteristiche tecniche della PEC sono le seguenti:

  • Dimensione della casella: 50 Mb;
  • Numero massimo di destinatari accettati per singola mail: 50;
  • Dimensione massima per ogni singolo messaggio: 30Mb
  • Tempo massimo per il rilascio della ricevuta di accettazione 30 min.
  • Assistenza tramite call center 5 giorni (lunedì – venerdì) dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00
  • Disponibilità del servizio: 24 x 7 x 365
  • Disponibilità del servizio di richiesta di attivazione: 24 x 7 x 365
  • Tempo massimo per interventi di manutenzione che causino fermo del servizio: 2 ore
  • Disponibilità del servizio di richiesta da parte del titolare della traccia delle comunicazioni effettuate (log): 24 x 7 x 365
  •  Tempo massimo per l’invio delle informazioni relative ai files di log dietro richiesta del titolare: 5 giorni lavorativi.

Gli indirizzi di posta elettronica certificata con dominio @consulentidellavoropec.it saranno riportati nell’Albo informatico degli iscritti che sarà disponibile sul portale impresa.gov, in una sezione appositamente realizzata per conto del Consiglio Nazionale dal CNIPA (Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione), che consentirà a tutta la Pubblica Amministrazione di avere, in tempo reale, i riferimenti di tutti i Consulenti del Lavoro.

PEC per i Consulenti del Lavoro ultima modifica: 2014-01-10T16:21:23+00:00 da Consiglio Provinciale