Progetto Previdenza e Sanità: un’opportunità di formazione offerta da ANCL

Con il Prot. n. 1660/Pres dello scorso 9 Ottobre, Dario Montanaro, Presidente Nazionale dell’Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro segnala alle Unioni Provinciali ANCL, ai Consigli Regionali ANCL e a tutti i Consulenti del Lavoro iscritti al sindacato unitario di categoria il “Progetto: previdenza e sanità”: una nuova opportunità che l’ANCL offre a cento tra i colleghi iscritti, nell’ambito dell’iniziativa sulla Mappatura dei Nuovi Lavori.
L’ANCL, da sempre impegnata a concretizzare nuove e maggiori opportunità professionali per i suoi iscritti, dopo un adeguato periodo di analisi e valutazione, ha individuato un nuovo ambito di interesse professionale da riservare ai colleghi associati.
L’iniziativa è stata avviata con la presentazione del “Progetto: previdenza e sanità”, lanciato durante il Consiglio Nazionale ANCL tenutosi a Roma gli scorsi 18 e 19 maggio, e prosegue con l’organizzazione di un corso di approfondimento sulle nuove competenze professionali e sulle modalità di articolazione dell’attività da parte dei colleghi iscritti all’ANCL.

Perché un Progetto su Previdenza e Sanità?

In un periodo di difficoltà economica e finanziaria come quello attuale, la tutela dell’imprenditore e del professionista, inteso come “colui che dà lavoro”, riveste un ruolo fondamentale; in quest’ottica, ricoprono assoluta importanza i pilastri sui quali poggia l’assistenza nel sistema giuridico italiano: la Previdenza e la Sanità.
Per evidenziare l’utilità generale dell’iniziativa presentata, consideriamo l’attuale situazione del Servizio Sanitario Nazionale con qualche domanda inquietante:

  • il Servizio Sanitario pubblico soddisfa le esigenze del cittadino?

  • a chi rivolgersi per individuare le eccellenze del Servizio pubblico, in presenza di una patologia?

  • come proteggersi “privatamente” per affiancare efficacemente il Servizio pubblico?

  • quali i costi di una “copertura privata”?

  • come “sfruttare” al meglio i benefici fiscali previsti dalla normativa, rivisitata di recente?

Da nord a sud, il cittadino italiano ha la netta sensazione che il Servizio Sanitario Nazionale tenda sempre più verso un progressivo disimpegno da quella che voleva e doveva risultare la via maestra della pubblica assistenza in ambito sanitario; nel cittadino subentra, quindi, una sorta di latente preoccupazione che si concretizza purtroppo anche davanti a situazioni – a volte – banali.
Evidentemente siamo di fronte ad una contingenza socialmente rilevante, proprio per questo occorre affrontare adeguatamente il fenomeno, con degli esperti del settore che aiutino a focalizzare la problematica in tutte la sua complessità e le sue declinazioni, per poi individuare le soluzioni più adeguate per l’imprenditore o il professionista ma anche per il cittadino lavoratore.

ANCL per la cultura della Previdenza e della Sanità nell’imprenditoria

Alla luce di queste considerazioni, ANCL offre un’importante opportunità a 100 Consulenti del Lavoro associati al sindacato unitario di categoria che, dopo un’adeguata formazione, potranno favorire nel nostro Paese lo sviluppo di una cultura imprenditoriale sulla previdenza e la sanità, anche attraverso la presentazione di soluzioni già ampiamente sperimentate in ambito di “secondo pilastro” della sanità.
Il consulente del lavoro in tal modo potrà sviluppare un’ulteriore competenza professionale, ancora troppo poco conosciuta e apprezzata dalla nostra categoria, e divenire da un lato artefice di una cultura finalizzata a generare risposte concrete alle preoccupazioni dell’imprenditore, sempre più in ansia per la tutela sanitaria propria e dei familiari, dall’altro attento professionista capace di individuare nuove aree di business – di fatto ancora inesplorate – in grado di integrare il proprio reddito in funzione dell’impegno profuso.
Per portare avanti l’iniziativa, anche in ragione delle risorse e della struttura disponibili in ANCL, è stata definita una collaborazione con la Mutua MBA, la più grande mutua sanitaria italiana per numero di soci. La MBA offre agli aderenti prestazioni mediche a costi agevolati; agisce con ottica cooperativistica e mira a salvaguardare la salute e la qualità di vita dei suoi associati.

I corsi di formazione ANCL sul welfare aziendale

Per offrire ai colleghi un ulteriore strumento di distinzione competitiva professionale che consentirà loro di gestire in modo più consapevole il welfare aziendale, grazie a un servizio di copertura sanitaria globale, e per aumentare gli strumenti a disposizione, attraverso i quali rendere maggiormente remunerativa la loro attività, il Consiglio Nazionale ANCL ha deciso di organizzare dei corsi formativi gratuiti, riservati ad un numero massimo di 100 colleghi iscritti all’Associazione Nazionale Consulenti del Lavoro, per presentare il progetto della Mutua MBA.
Gli incontri sono organizzati con il seguente calendario:

  • Milano, 20 ottobre 2017, dalle ore 14.00 alle ore 18.00, presso l’Istituto Salesiani, in Via Melchiorre Gioia n. 62 (massimo 50 posti);
  • Roma, 27 ottobre 2017, dalle ore 14.00 alle ore 18.00, presso la sede Nazionale ANCL SU, in Via Cristoforo Colombo n. 456 sc. B 1° piano (massimo 50 posti);

L’adesione e la sottoscrizione dei piani sanitari con MBA darà la possibilità ai colleghi, successivamente alla frequentazione del corso, di vedere remunerata la loro attività di segnalazione di altri soggetti, propri clienti e non, interessati alla proposta.

Gli eventi sono validi ai fini della Formazione Continua Obbligatoria per i Consulenti del Lavoro iscritti all’Ordine; per procedere alla prenotazione è necessario compilare il Modulo di Iscrizione all’iniziativa (scaricabile in formato PDF) e inviarlo all’indirizzo segreteria@anclsu.com.

Progetto Previdenza e Sanità: un’opportunità di formazione offerta da ANCL ultima modifica: 2017-10-09T17:20:10+00:00 da Simone Casavecchia