Ritardo nei pagamenti delle quote d’iscrizione all’Ordine: scadenze, importi e modalità di versamento

La quota d’iscrizione è uno degli obblighi professionali a cui gli iscritti all’Ordine Provinciale devo adempiere in tempi certi nonostante questo, però, alcuni dei Consulenti del Lavoro della provincia di Viterbo non hanno ancora versato la quota prevista per l’anno in corso o per l’anno passato.

Proprio per questo è utile ricordare le principali scadenze previste per il pagamento della quota d’iscrizione 2016, gli importi e le modalità da seguire nel caso di ritardo nei pagamenti, in particolare della quota d’iscrizione del 2015 o di anni ancora precedenti.

Quota d’Iscrizione 2016: importi, scadenze, pagamento e compensazione

Come già spiegato precedentemente, la quota d’iscrizione all’Ordine per il 2016 ammonta a euro 444,00 di cui 254,00 per il Consiglio Provinciale e 190,00 per il Consiglio Nazionale.

La quota doveva essere versata entro e non oltre la data del 16 Marzo 2016 mentre, dal prossimo anno il termine di scadenza per il pagamento sarà anticipato al 16 Febbraio 2016.

Il pagamento avviene tramite F24 (con specifiche modalità di compilazione) e l’importo dovuto può essere compensato con altri crediti d’imposta.

In base all’art. 15 del Regolamento per la riscossione dei tributi dei Consulenti del Lavoro, aggiornato con circolare n. 1108 del 6 Novembre 2014, del Consiglio Nazionale dell’Ordine, decorsi 60 giorni dal termine del pagamento del contributo l’iscritto è automaticamente messo in mora, senza la necessità di ulteriori avvisi o notifiche. Dalla data della messa in mora l’iscritto è tenuto al pagamento della quota con una maggiorazione del 5% (del contributo non pagato) a titolo di penale pari.

Trascorsi 12 mesi dalla scadenza del termine di pagamento la penale dovuta dall’iscritto sale al 10% e il Consiglio provinciale può promuovere tutte le azioni disciplinare ritenute opportune, compresa la sanzione disciplinare della sospensione a tempo indeterminato dall’Ordine. Rimangono sempre a carico dell’iscritto moroso anche le somme sostenute per il recupero del credito.

Modalità di versamento per quota d’iscrizione all’Ordine per l’anno 2015

Proprio alla luce di quanto specificato nel paragrafo precedente è opportuno considerare le modalità di pagamento previste per gli iscritti che non hanno ancora versato la quota d’iscrizione all’Ordine per l’anno 2015. Il prossimo 15 Ottobre 2016, infatti, scade il termine dei 12 mesi entro i quali è possibile versare la quota d’iscrizione dovuta per lo scorso anno.

  • Se l’iscritto moroso ha provveduto negli scorsi mesi al pagamento della quota maggiorata della mora deve inviare una copia del versamento alla segreteria dell’Ordine che provvederà a registrarla e a regolarizzare la situazione;
  • Se l’iscritto moroso non ha ancora versato la quota d’iscrizione per l’anno 2015 è tenuto, entro il prossimo 15 Ottobre 2016, a versare la quota di 488,40 euro (444,00 + 10%) non tramite F24 ma tramite le seguenti, altre, modalità di pagamento:
    • Bonifico bancario c/o BANCA M.P.S. Filiale di Viterbo, intestato a: “Ordine Consulenti del Lavoro di Viterbo” ‐ IBAN: IT 91 U 01030 14501 000001184963;
    • Versamento su c/c postale numero 13094016 intestato ad “Albo Consulenti Lavoro Prov. Viterbo”;
    • Versamento diretto presso la Segreteria dell’Ordine.
Ritardo nei pagamenti delle quote d’iscrizione all’Ordine: scadenze, importi e modalità di versamento ultima modifica: 2016-10-11T14:59:32+00:00 da Simone Casavecchia