Il contratto di espansione nella legge di Bilancio 2021

La legge di Bilancio 2021, n. 178 del 30 dicembre 2020, ha provveduto, tra l’altro, ad apportare alcune modifiche in merito all’impianto normativo del cosiddetto “contratto di espansione” prorogandone la sperimentazione per un anno rispetto alla formulazione originaria del c.d. decreto Crescita. In particolare, l’art. 1, comma 349, per il solo anno 2021, ne ha disposto l’applicazione alle imprese con organico non inferiore a 500 unità  lavorative, concedendo la possibilità di accesso al prepensionamento quinquennale anche a quelle con almeno 250 dipendenti.

Con l’approfondimento dell’8 gennaio 2021, la Fondazione Studi Consulenti del Lavoro evidenzia l’ampliamento della platea dei beneficiari, le novità sul prepensionamento e, in particolare, le criticità  sulla contribuzione addizionale, sottolineando le differenze con quanto era previsto sino al 2020 e manifestando, soprattutto, alcuni dubbi interpretativi per i quali sarebbe opportuno fornire chiarimenti di prassi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.